Programma educazione visiva: le 10 regole per i più piccini - Ottica Erdas
50105
post-template-default,single,single-post,postid-50105,single-format-standard,edgt-core-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,erdas child-child-ver-1.0.0,erdas-ver-1.11, vertical_menu_with_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Programma educazione visiva: le 10 regole per i più piccini

Il programma educazione visiva prevede 10 semplici regole per i più piccoli per salvaguardare e rendere efficienti le loro capacità visive.

 

A CASA

1) Rimanere alla distanza corretta dalla televisione, (ovvero 7 volte la diagonale dello schermo), è infatti un tipico comportamento dei bambini avvicinarsi troppo.
2) Studiare e fare i compiti posizionando il libro e\o il quaderno sul leggio, con l’inclinazione adeguata e alla distanza corretta (30 – 35 cm).
3) Posizionare il quaderno o il libro in modo che, sulla pagina, non si formino riflessi e/o ombre fastidiose.

 

A SCUOLA

4) Stare seduti al banco con una postura corretta: evitare quindi schiena e capo inclinati.
5) Impugnare la penna almeno 2 cm sopra la punta, in modo da non nascondere ciò che si scrive.

 

PER LO SPORT

6) Preferire le lenti a contatto per evitare colpi all’occhiale, (pallonate, cadute e scontri) che possono diventare pericolosi.
7) In piscina utilizzare sempre occhialini da nuoto con lenti graduate, evitando le lenti a contatto che possono contaminarsi e essere smarrite.

 

INDICAZIONI GENERALI

8) Proteggere sempre gli occhi dal sole, con lenti protettive certificate. Controllare la presenza del marchio CE sull’asta.
9) Ogni anno fare controllare periodicamente la condizione visiva del bambino.
10) In caso di difficoltà nell’apprendimento, effettuare un accurato controllo delle abilità visive.

Ed inoltre… l’importanza di postura e impugnatura corretta

 

Una corretta impugnatura è caratterizzata da una presa dei polpastrelli delle dita indice, medio e pollice a circa 2 cm sopra la punta e viene facilitata dall’utilizzo di una penna ergonomica o di un pencil grip, un supporto da inserire all‘altezza della presa della matita o della penna.

 

Questa impostazione dell’impugnatura:
• equilibra la pressione delle dita;
• facilita l’esecuzione del segno grafico;
• facilita la sequenza del movimento;
• migliora la postura.

 

Grazie alla corretta impugnatura si previene la formazione di tensione e affaticamento dei tendini della mano e del polso, riducendo l’eccessiva pressione del foglio!
Chiedi il programma postura e impugnatura corretta, scopri quali sono le impugnature corrette e quali quelle errate; e segui sempre le indicazioni del tuo Ottico Optometrista di fiducia!